011 386172 info@psiche2.com

I TAROCCHI E L’ALBERO DELLA VITA

Una Via cabalistica, astrologica ed esoterica alla comprensione degli Archetipi

Claudio Marucchi

L’intento che anima questo lavoro è quello di offrire, per quanto possibile, una visuale originale, meno scontata – e sicuramente poco ortodossa – sulle strette connessioni, elaborate nel mondo esoterico, tra il simbolismo dei Tarocchi e quello dell’Albero della Vita, cuore e centro di quell’ambito della mistica ebraica noto come Cabala. I Simboli, come i Miti, descrivono il cammino dell’autotrasformazione, per questo si collocano fuori dal Tempo, e restano attuali ed attuabili in ogni istante della Storia, a disposizione del “cercatore d’oro spirituale”. È il potenziale inespresso di ogni coscienza a rendere vivi, pratici ed utili i simboli, perché è la coscienza stessa ad averli emanati, come matrice del linguaggio archetipico.

L’opera si inserisce nella Collana La Saggezza della Cabala che si propone di raccogliere e le opere di autori italiani dediti alla ricerca cabalistica, e le traduzioni di testi antichi e moderni che fanno parte del corpus della materia. In questo testo l’autore si propone di rielaborare il significato degli archetipi dei Tarocchi secondo una prospettiva più ampia che percorre i sentieri cabalistici, astrologici ed esoterici.

Con le immagini dei Tarocchi del Sentiero della Vita di Susan Jameson.

Scheda libro

Titolo: I Tarocchi e l’Albero della Vita

Sottotitolo: Una Via cabalistica, astrologica ed esoterica alla comprensione degli Archetipi

Collana: Kabbalah

Autore: CLAUDIO MARUCCHI

Edizione italiana : ©Psiche2 – dicembre 2010

ISBN: 978-88-88611-45-7

Pagine: 432

Prezzo: 28,00 €

Anteprima del volume

Copertina aperta

Interno del volume

Ordina

Copertina aperta

Interno del volume

CLAUDIO MARUCCHI

Nato a Torino nel 1977, Claudio Marucchi si dedica da diversi anni all’approfondimento delle pratiche rituali e cerimoniali di varie culture, da Oriente a Occidente.

Laureatosi presso la Facoltà di Filosofia di Torino, in Religioni e Filosofie dell’India e dell’estremo Oriente, ha concentrato le proprie attenzioni sull’universo tantrico, offrendoci nella sua prima opera intitolata Il Tantra dello Sri Yantra, il corpo umano reso divino, edito da Psiche 2, un inedito in Italia per il cultore dei Tantra. Un testo fondato su traduzioni di testi tantrici che fornisce un contributo ad una visione più dettagliata delle componenti tecniche e rituali di una specifica corrente.

Nelle pagine di questo libro si dipana la mappa dell’intricato Sri Yantra, che costituisce il momento centrale del culto della Grande Dea designata con gli epiteti di Tripurà o Tripurasundarã. I presupposti teoretici della costruzione e dell’impiego dello yantra e la peculiare visione tantrica ad essi sottesa sono esposti con concisione e chiarezza. Le diverse divinità allocate nella sua struttura sono passate in rivista e presentate nei loro rispettivi dominii. Le connessioni strettissime dello yantra con il mantra di Tripurà vengono debitamente messe in rilievo. Chi si accosta a questa esposizione troverà elementi sufficienti a guidare la sua comprensione d’un momento sacrificale e simbolico tra i più complessi e raffinati del mondo indiano.

L’autore, dopo aver scritto brevi contributi apparsi su altri testi, da alcuni anni tiene seminari incentrati sul comparativismo tra dottrine filosofico-religiose e sugli aspetti esoterici dei loro simbolismi.